In tanti si stupiscono dell'inesauribile ricchezza e bellezza della nostra città: Bologna nasconde un amplissimo patrimonio di arte e di storia, e scoprirlo è ogni volta un'emozione.
 La lunga strada verso la Natura: viaggio nella pittura bolognese fino all'arte dei Carracci e di Guido Reni
Sabato 21 Novembre 2015 - ore 10.30 Visita guidata alla mostra De Chirico a Ferrara 1915-1918 Metafisica e Avanguardie Europee
Sabato 12 marzo 2016 - ore 15.30 Visita guidata alla mostra Egitto. Splendore millenarioCapolavori da Leiden a Bologna
Se non siete tra i 200.000 che hanno già visitato la mostra di Palazzo Fava, vi proponiamo di cogliere con noi l'occasione di ammirare una delle opere più famose e misteriose del mondo: La ragazza con l'orecchino di perla, di Jan Vermeer, e con lei i capolavori della cosiddetta Golden Age, il Seicento olandese, provenienti dal museo Mauritshuis, de L'Aia.Una mostra interessante e senza dubbio epocale, che visiteremo con una delle nostre guide giovedì 1 maggio alle 14.00.(e per chi si sentisse turista, al termine della mostra ci sarà la possibilità di aggiungere un piccolo tour della città)Attenzione, però!Abbiamo a disposizione solo 20 posti! ATTENZIONELa visita è riservata ai soci Habitart. Se non lo siete ancora, sarà possibile associarsi in loco al costo di 2 €.Poiché i posti sono limitati, è necessaria la prenotazione.PER PRENOTARVI SCRIVETE UNA MAIL A habitart@habitart.orgPer info: 328 3063847 DOVE: Palazzo Fava, via Manzoni 2QUANDO: Giovedì 1 maggio, ore 14.00DURATA DELLA VISITA: un'ora e mezza circa ( + un'ora per chi si unisce al tour bolognese)CONTRIBUTO: 20 € (in cui è compreso il biglietto della mostra)per tutti+ 4 € per chi si unisce al tour di Bologna + 2 € eventuale tessera Habitart per chi non è già socio
Dal 18 gennaio al 2 marzo in mostra opere scelte dal patrimonio della Provincia di Bologna La Provincia di Bologna espone una selezione delle opere d'arte che compongono il suo patrimonio nella mostra dal titolo “L'eredità dei Bastardini: dall'assistenza all'arte". L'esposizione, allestita a palazzo Pepoli Campogrande (via Castiglione 7), sarà inaugurata sabato 18 gennaio alle ore 17 e rimarrà aperta fino al 2 marzo. Si potranno ammirare trentadue opere, quadri, sculture e oggetti di devozione religiosa, che vanno dal Trecento all’Ottocento, per raccontare un brano di storia di Bologna.Opere che raramente, e solo in parte, sono state esposte. E' il caso del “medagliere”, in mostra per la prima volta, che raccoglie gli oggetti lasciati fra le fasce dei neonati abbandonati: monete e medaglie spezzate a metà, giustacuori, immagini sacre, spesso accompagnati dal nome del fanciullo e dalla data di nascita. Lasciati con la speranza, chissà, di ritrovare un giorno il bambino affidato alle cure dell’Ospizio cittadino.La mostra propone dunque un viaggio nelle istituzioni che a Bologna sin dalla metà del 1200 sono sorte per accogliere i fanciulli abbandonati in tenera età, i pellegrini e i mendicanti. Storie che parlano di abbandoni e di accoglienza, di riorganizzazioni e di accorpamenti, di fede e di politica.La maggior parte della collezione della Provincia è composta da opere che provengono dall'antico ospedale degli Esposti, noto anche come "Bastardini" e dalla chiesa dell'ospedale di Santa Maria delle Laudi, vicino alla basilica di San Francesco, dedito all'accoglienza dei pellegrini e dei mendicanti, il cui patrimonio è confluito poi in quello dei “Bastardini”. Nel 1940 all'Amministrazione provinciale viene affidata la gestione di questo composito patrimonio e i compiti dell'Ospizio degli Esposti e dell'Asilo della Maternità di Bologna.L'esposizione, a cura di Gian Piero Cammarota, Marinella Pigozzi e Serena Maini, è stata organizzata in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni storici, artistici, etnoantropologici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini e con il sostegno di BolognaFiere. L'evento partecipa ai programmi di Arte Fiera, in calendario dal 24 al 27 gennaio 2014, con tutte le iniziative previste in città per ART CITY Bologna 2014. In occasione dell'inaugurazione alcuni musicisti dell'associazione…
Accompagnati dalle guide di Habitart e dai restauratori di RestauriAmo, andremo alla scoperta di quattro luoghi della città per raccontare la storia delle opere d'arte e viaggiare nei segreti della tecnica degli artisti e dei restauratori.
Trekking Urbano è per tutti: allenati e non, grandi e piccoli. Scegli un paio di scarpe comode, armati di curiosità e parti per quest'avventura! Noi di Habitart ci saremo con due proposte inedite. Clicca sul logo per saperne di più!
Cari amici di Habitart,eccoci tornati con tante idee e tante visite per le prossime settimane...Ci aspettano due delle più belle mostre in città, "Guido Reni e i Carracci" e l'"Egitto", scopriremo la grande pittura bolognese guardandola con occhi nuovi nella Pinacoteca Nazionale e nel complesso di San Giacomo Maggiore, e usciremo finalmente dalle mura felsinee per ammirare un vero gioiello del Rinascimento, Palazzo Schifanoia a Ferrara. Cliccando sulla foto troverete il calendario del mese di febbraio e della prima metà di marzo. Manderemo un'email prima di ogni visita, ma se volete potete già prenotare quelle che più vi interessano scrivendo a  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. vediamo l'ora di cominciare! e voi?Vi aspettiamo!Lo staff di Habitart
Sabato 20 febbraio 2016, ore 16.45PALAZZO FAVA, via Manzoni 2 "Guido Reni e i Carracci, un atteso ritorno" Visita guidata alla mostra
Calendario di Primavera PER PRENOTARE TUTTE LE VISITE CLICCA QUI Cari amici di Habitart,la primavera è arrivata ed è il momento perfetto per goderci un po' di bellezza!
Grazie per aver prenotato la visita! Per pagare clicca sul pulsante qui sotto.
visite guidate alla mostra - 14/05 e 26/05
Parco Talon e Villa Sampieri Cari amici di Habitart, ricominciano le visite guidate!! Vi aspettiamo Sabato 17 Settembre alle ore 10.30 in Via Porrettana n.187 per visitare la Chiusa di Casalecchio, il più antico monumento idraulico al mondo tra quelli ancora in funzione. Scopri di più
Per la giornata di Domenica 9 Ottobre abbiamo organizzato una visita nel nobile palazzo estivo degli Albergati Capacelli, costruito in cinquant'anni nella seconda metà del 1600 è considerato fra le opere architettoniche più importanti del Barocco Europeo.
CALENDARIO D'AUTUNNO Cari amici, l'autunno di Habitart è veramente ricco! Vedremo insieme tante mostre, risaliremo i canali, parleremo russo, visiteremo il teatro comunale e infine vedremo alcuni luoghi solitamente chiusi al pubblico. Ecco a voi il calendario delle prossime attività. Qualche data è ancora in via di conferma, ma potete già prenotare tutte le altre visite a questo link https://goo.gl/forms/9F8AGJ6HDRVoT0IJ2 o scrivendoci come sempre a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Buon autunno artistico! SCOPRI IL CALENDARIO
Accompagnati dalle guide di Habitart e dai restauratori di RestauriAmo, andremo alla scoperta di quattro luoghi della città per raccontare la storia delle opere d'arte e viaggiare nei segreti della tecnica degli artisti e dei restauratori. SABATO 10 MAGGIO - ORE 9.45SAN DOMENICO - con Francesca Rabbi di Kriterion s.n.c.Fondata nel 1219, è una delle chiese più importanti e più belle della nostra città. Al suo interno vedremo veri e propri capolavori della grande arte: il crocifisso ligneo medievale di Giunta Pisano, gli affreschi di Guido Reni e i suoi allievi, il dipinto del fiorentino Filippino Lippi e infine l'arca di San Domenico, gioiello di scultura firmato Nicola Pisano e Niccolò dell'Arca, a cui lavorò anche Michelangelo. Ma quante forme ha avuto questa chiesa così importante, quante trasformazioni durante i secoli? Ce le mostrerà Francesca Rabbi, che ha restaurato le decorazioni e gli affreschi, e durante i lavori ha fatto molte scoperte interessanti. SABATO 24 MAGGIO - ORE 10.00SAN MARTINO - con Patrizia MoroTra i pochi esempi di architettura gotica rimasti a Bologna, la basilica di San Martino è uno scrigno di opere importanti e poco conosciute. Faremo un viaggio nei secoli partendo dal Trecento di Simone dei Crocifissi, Lippo di Dalmasio e Vitale da Bologna; scopriremo le differenze tra il rinascimento toscano e bolognese davanti alle opere di Paolo Uccello, Jacopo della Quercia, Francesco Francia e Amico Aspertini; e infine la grande scuola emiliana del Seicento con Ludovico Carracci e Bartolomeo Cesi. Ad illustrarci la tecnica pittorica di questi artisti e le vicende del restauro delle opere sarà Patrizia Moro, che ha riportato alla luce un dipinto di Cesare Gennari, nipote e allievo del Guercino. SABATO 7 GIUGNO - ORE 10.00PALAZZO MALVEZZI - con Leonardo DingiAttuale sede dell'Amministrazione Provinciale di Bologna, Palazzo Malvezzi presenta un volto ottocentesco dovuto al suo passato di residenza nobiliare. Ogni sala ha una storia diversa e una decorazione diversa: la grande sala da ballo (ora del Consiglio), con una singolare buca per l'orchestra situata sul soffitto e affreschi ritrovati da poco sotto un pesante strato di intonaco; la sala della Giunta con i paesaggi…
Non solo Muse, le artiste di Bologna, tre visite guidate per scoprire l'insospettabile ricchezza dell'arte creata dalle donne!
Erede della grande tradizione classica bolognese che dal Reni, Domenichino e Albani conduce al Creti, Franceschini è il grande protagonista dell'arte felsinea tra Sei e Settecento. Partendo dalla mostra ospitata dall'Accademia di Belle Arti Marcantonio Franceschini: l'Accademia e la sua città. Dipinti e disegni da collezioni private, andiamo alla scoperta dei più importanti dipinti e degli affreschi che l'artista ha lasciato alla sua città. SABATO 17 MAGGIO e SABATO 14 GIUGNO - ore 15.30 Itinerario con partenza alla mostra in Accademia e arrivo al santuario del Corpus Domini SABATO 31 MAGGIO SABATO 21 GIUGNO - ore 9.30 Itinerario con partenza alla Chiesa dei SS. Bartolomeo e Gaetano e arrivo alla mostra in Accademia. La durata delle visite sarà di circa 2 ore. Tutte le visite sono riservate ai soci Habitart con possibilità di associarsi il loco al costo di 2 €. La quaota di partecipazione alla visita è di 5 €. Poiché i posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria. PER INFO E PRENOTAZIONI : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. / tel. 328 30 63847

Collaboriamo con

 

 

 

 

 

Newsletter

 

Contattaci

Per contattarci scrivi a : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.